La storia della Speedmaster Omega

Orologi Omega Speedmaster

Il primissimo cronografo Speedmaster nasce nel 1957, con il riferimento CK2915. Con lo Speedmaster, l'ambizione di Omega era di creare un "nuovo tipo di cronografo, concepito per la ricerca, l'industria e lo sport". Il destino deciderà altrimenti...

Dal 1962, la NASA si avvicina ai costruttori di orologi al fine di equipaggiare gli austronauti di cronografi precisi, resistenti, leggibili e affidabili. Dei cronografi di tutte le marche vengono testati: solo lo Speedmaster di Omega rimane in gara.

Nel 1965 lo Speedmaster viene omologato ufficialmente dalla NASA per tutte le spedizioni spaziali abitate "Flight Qualified by Nasa for all manned space missions": sottoposto a gravità, a campi magnetici, a shock violenti, a vibrazioni e a temperature più che estreme.

Il 21 luglio 1969, Buzz Aldrin cammina sulla Luna, con uno Speedmaster al suo polso. L'orologio Speedmaster diventa allora il "Moon Watch".

Nel 1998, nasce il cronografo Speedmaster X-33, omologato dalla NASA e dall'agenzia spaziale russa. Questo modello viene integrato in tutti gli equipaggiamanti standard degli astronauti.

Cerchi un oggetto particolare?
Ricevi un avviso non appena è disponibile.
Crea un alert