La storia della Birkin Hermès

Borse Hermès Birkin

Molto ricercato tra le borse iconiche della maison Hermès, il modello "Birkin" nasce nel 1984. Si crea dall'incontro fortuito di Jane Birkin e Jean Louis Dumas, allora amministratore Delegato della maison Hermès, su un aereo. La famosa cantante e attrice britannica è allora una giovane mamma che di lamenta, durante il volo, della mancanza di spazio interno e di tasche nella sua borsa. Lei sogna una grande borsa, chic e pratica. Jean Louis Dumas concepisce allora un modello che risponde alle aspettative della giovane donna e le darà il suo nome.

Una delle caratteristiche della Birkin è di saper restare elegantemente aperta, senza disperdere né far uscire il suo contenuto. Ha due manici posizionati da una parte e dall'altra del lembo di chiusura rigido e cucito nella parte alta. I cerchi di metallo dove passa la tracolla non sono chiusi, questo permette di lasciare libera la tracolla, sempre per permettere di portarla in modo pratico e rilassato.

La Birkin ha un vivo successo e diventa un modello indispensabile della maison Hermès. E' prodotto in diversi colori e materiali. Sono necessarie 25 ore di lavoro per la sua produzione e sono effettuate da un solo artigiano.

La borsa Birkin esiste in quattro misure, 25x19 cm, 30x23 cm, 35x28 cm e 40x31 cm. Per un utilizzo come sacca da viaggio, esiste con una larghezza di 50 cm. E' prodotto in una grande varietà di colori e di materiali, secondo gli ordini e le fantasie dei clienti pronti ad attendere molti mesi, a volte anni, per avere il piacere di sfoggiarla.

Cerchi un oggetto particolare?
Ricevi un avviso non appena è disponibile.
Crea un alert