La storia della Nautilus Patek Philippe

Orologi Patek Philippe Nautilus

La storia del Patek Philippe Nautilus

La storia dell’orologio Nautilus inizia nel 1976 a Ginevra per volere di Gérald Genta. In un’epoca in cui gli orologi di lusso erano rigorosamente in oro, l’orologio Nautilus in acciaio lascia perplesso il mondo dell’orologeria. Sin dalla sua comparsa, l’orologio Nautilus di Patek Philippe è impermeabile fino a 120 metri di profondità: una grande conquista per un orologio prodotto in serie! Criticate sin dal suo lancio sul mercato, le imponenti dimensioni della sua cassa diventano uno dei principali argomenti di vendita del marchio. Col passare del tempo, questo modello piace sempre di più alle donne finché, nel 1980, un Nautilus più sottile vede la luce con la referenza 4700.

Lo stile dell’orologio Patek Philippe Nautilus

Con il suo design inedito e la costruzione originale della cassa, l’orologio Patek Philippe Nautilus sovverte i codici dell’orologeria di lusso: la lunetta ottagonale, gli angoli smussati, così come le cerniere su ogni lato della cassa ne fanno un modello unico. Pensato per una nuova generazione dinamica e audace, esso accompagna il suo proprietario in ogni attività, dall’ufficio allo sport, e persino nel week-end.

Declinabile in numerose varianti, il Nautilus è disponibile in diversi materiali. Fa parte dei grandi classici dell'orologeria Patek Philippe, insieme ai modelli Calatrava, Ellipse e Gondolo.

Cerchi un oggetto particolare?
Ricevi un avviso non appena è disponibile.
Crea un alert