La storia dei gioielli Chanel

Gioielli Chanel

I gioielli Chanel sono spesso associati alla semplicità, alle linee sobrie, alla pura raffinatezza. Ma questa semplicità non è spoglia e non rinuncia a una certa forma di preziosa esuberanza.

Gabrielle Chanel amava i bottoni dei vestiti e li trattava come dei gioielli, le catene metalliche, le clip alle orecchie, il motivo del nodo...

Liberi e iconoclasti, i gioielli Chanel sono i primi a dare al gioiello detto "fantasia" il titolo di nobiltà, con file di false e fastose perle, l'interpretazione rinnovata della camelia, la sovrabbondanza di lunghe e ricche collane, i braccialetti con ciondoli e amuleti di lusso...Coco Chanel lancia il suo atelier di gioielli fantasia Chanel nel 1924 e firma la sua prima collezione di gioielleria nel 1932, non esitando a investire su tutti i registri del gioiello con la stessa audacia di un nuovo vento che soffia nel mondo della gioielleria.

Dalla fine degli anni 1980 fino al 2007, la maison Chanel fa appello al talento del gioielliere Lorenz Bäumer per far rivivere lo spirito dei gioielli Chanel, per rivisitare i classici della maison e concepire delle nuove collezioni. Ancora oggi, i codici della gioielleria s'ispirano all'universo della creatrice: l'imbottitura delle borse come i gioielli Chanel Matelassé o Ultra, le catene, le camelie con i gioielli Chanel Camélia Couture o ancora Camélia Fil, le Charms, le perle, le stelle, con i gioielli Comètes... mescolando le pietre preziose alle pietre semi preziose come i gioielli San Marco, l'oro e la ceramica.

Collector Square ti propone una vasta gamma di modelli di seconda mano Chanel. Dei gioielli di una eleganza rara, per un design femminile.

Cerchi un oggetto particolare?
Ricevi un avviso non appena è disponibile.
Crea un alert